NOVALESA UNA STORIA D’INVERNO

Film documentario del 2004

regia: Fredo Valla, con la partecipazione di Laura Curino
durata: 38’

COME ACQUISTARE
Prezzo: 15 euro + 2 euro (spese di spedizione) = 17 euro | info: fredovalla@libero.it


Ai santi padri in Cristo e vescovi, abati e uomini illustri principi e giudici tutti, noi nel nome di Dio, Abbone, figlio di Felice, insieme al consenso del papa e del nostro clero di Moriana e della città di Susa, di cui Dio ci elesse rettore, abbiamo voluto che fosse edificato un piccolo monastero maschile nella località di Novalesa, nella stessa regione segusina di nostra proprietà, di nostra volontà…

Il 30 gennaio del 726, Abbone signore di Susa e della Moriana fonda sulle Alpi, ai piedi del valico del Moncenisio (Italia-Francia), l’abbazia di Novalesa, affidandola ai monaci di San Benedetto.

Avamposto dei Franchi sulla frontiera con il regno longobardo, l’Abbazia gode della protezione di Carlomagno e si distingue per la gloria dei suoi abati.

Il documentario colloca l’Abbazia in una dimensione simbolica.

La neve, il vento, i grigiori dell’inverno, la natura addormentata in attesa… come quel gennaio del 726. Il passato compenetra il presente. Le vicende degli antichi abati si intrecciano con le vite dei monaci oggi. Le storie narrate dai cronisti medievali, quelle rappresentate negli affreschi della cappella di Sant’Eldrado, affiorano nella memoria popolare.

Si intrecciano il latino dei documenti medievali con l’italiano e il dialetto franco-provenzale di quelle montagne.

Altri temi sono la vita dei monaci, che è conquista e controllo del tempo, ritmo interiore.

Realizzato con il patrocinio della Provincia di Torino
Fotografia: Luciano Federici
Montaggio: Renato Cavallero
Tecnici di ripresa: Mauro e Simone Zannerini
Audio in presa diretta: Renato Cavallero ed Elena Denti
Assistente alla regia: Alberto Signetto
Musiche: Sergio Berardo
Gruppo Vocale Laurence Feininger
Produzione esecutiva: Giorgio Vivalda/Pubbliviva

NOVALESA, A WINTER TALE

January the 30th, 726, on the Alps, on the mountain border post of Moncenisio (Italy-France), Abbone lord of Susa and the Moriana, founds the Novalesa Abbey, and entrusts it to the monks of St. Benedict.
Outpost of the Franks on the border with the Longobardic kingdom, the Abbey receives the protection of Charles the Great, and comes to prominence as for the glory of the abbots.
The documentary puts the Abbey in a symbolic dimension.
The snow, the wind, the greyness of winter, the nature sleeping and awaiting… just like in January 726. The events of the ancient abbots wave with the life of the monks of today.
Other themes are the life of the monks, that is conquest and control of the time; the interior rhythm; and the slowness, that is the rhythm of the film.

PARTECIPAZIONI

  • Filmfestival Lessinia  – Cerro d´Argento / Premio Provincia di Verona 2004
  • Filmfestival del Documentario del Mediterraneo – Paestum 2005
  • Mostre Cine Furlan, Visionario – Udine 2005
  • Piemonte  Movie – Torino 2005
  • 6° International Mountain Film Festival – Bansko (Bulgaria) 2006
  • 5° Leggimontagna – Audiovisivi Tolmezzo 2006 (terzo premio)

RECENSIONI

24.09.2004 Corriere di Saluzzo “Il viaggio di Valla. Da Novalesa a Pra d’Mill?”

Comunicato stampa: “Novalesa una storia d’inverno”

FOTO DI SCENA

CHI SONO

Amo sentire raccontare le storie. Per questo motivo sono diventato documentarista e sceneggiatore di film lungometraggi. Qualcuno ricorderà "Il vento fa il suo giro" candidato al Premio David di Donatello per la migliore sceneggiatura e "Un giorno devi andare", regia di Giorgio Diritti. Collaboro con Aranciafilm, Graffitidoc e Nefertiti Film per lo sviluppo di progetti, soggetti, sceneggiature e regie. Ho co-fondato "L'Aura", scuola di cinema di Ostana, nel villaggio di fronte al Monviso in cui vivo. Coltivo l’orto a 1350 metri di quota; raccolgo cavoli, zucchine, porri, insalata, bietole, carote. Zucchine, soprattutto.

Iscriviti alla Newsletter